Punti Traforato Uncinetto: Eyes Lace

Punti traforati all'uncinetto

Punti traforati uncinetto: l'occhio

In ogni stagione siamo affascinati dai punti traforati uncinetto perchè ci permettono di realizzare stole, sciarpe, capi di abbigliamento oppure personalizzare vestiti che abbiamo negli armadi.

Ci sono tantissimi punti all uncinetto traforati e qui nella sezione tutorial lavori all'uncinetto del blog, grazie al tutorial di Emanuela Arrighetti, bravissima fiber artist, possiamo ammirare come un punto traforato uncinetto più classico può diventare arte moderna e contemporanea con l'aggiunta di un ricamo (l'occhio).

Sotto trovate il testo integrale di Emanuela che spiega tutto in maniera dettagliata e con grande passione.

-----------------------------------------------------------------

One, Two, Three… eyes to me!

Occhio al pizzo! Innanzitutto grazie a Emma Fassio per l’onore che mi concede ogni volta ospitandomi sul suo blog dandomi quindi la possibilità di condividere i miei scarabocchi di filo, questa volta siamo nel mio territorio preferito, l’uncinetto.

Questo semplice punto che ricorda tanti occhietti nasce per la sovrapposizione di diversi fattori. Sono usciti i nuovi colori “ocean breeze” del Freccia, filo da cui sono assolutamente dipendente e che volevo subito provare, sfogliando il web alla ricerca di spunti mi imbatto in Duplet una celebre pubblicazione ucraina che proponeva una lavorazione molto complessa ma che con qualche ritocco poteva diventare simpatica: l’originale è una lavorazione con molti più occhielli e riccioli iperbolici che imitano delle lacrime, semplificarla e pulirla è stato immediato e veloce quindi non ho inventato nulla ma solo semplificato un punto che questa rivista ha pubblicato negli anni ’90 e che sicuramente ha tradizione molto più antica. Perché mi hanno colpito questi occhi è da ricercare nel bellissimo progetto che potrete vedere a giugno presso Lambrate, ideato dalle vulcaniche donne di YarnbombingTrivento: anche questa volta hanno coinvolto uncinetti da mezzo mondo per sensibilizzare tutti sul tema della “Fobia sociale” scegliendo appunto di realizzare una grandissima installazione formata da migliaia di occhi. Vi invito ad andare sui social e seguire l’ evento.

Si tratta di un lace, un pizzo molto arioso e traforato che potrete utilizzare in molteplici modi. Da solo per una bordura o per capi come i copricostumi, oppure come copertura o rifinitura di abiti: provate a rivestire un abito in stile sottoveste o dalle linee semplici, appoggiato sul raso ha un effetto molto elegante e potreste rinnovare un capo d’abbigliamento che ormai accusa l’usura del tempo ma che vi sta molto bene o a cui siete semplicemente affezionate. Ho amiche che in questo modo hanno riciclato e recuperato i propri abiti da sposa.

uncinetto punti traforati

La lavorazione in questo caso è su righe di andata e ritorno, il bordo pulito formato da una linea di catenelle lo rende perfetto anche per diventare un inserto.

Inizio subito col materiale, siete chiaramente libere di utilizzare tutto ciò che volete, io mi permetto di suggerire un filo sottile come Anchor Freccia 12 perché vi permetterà di ottenere un pizzo resistente ma leggero. A nessuno piace lavorare per giorni ad un progetto e poi vedere che si deteriora a causa del tempo, dell’usura e dei lavaggi: con questo filo non succederà, il cotone di qualità eccellente e l’immensa cartella colori fanno tutto il resto. Altro vantaggio del filo sottile è che punti simili risultano sempre eleganti.

Il Freccia 12 è perfetto per creare capi indossabili, mentre se volete sbizzarrirvi con l’home decor suggerisco il 6: poco più grosso ma strutturato, perfetto per la modellazione e resistente all’uso intensivo a cui sottoponiamo l’arredamento.

Altro tasto importante è la scelta del colore: potete realizzare questo lace in tinta unita ma suggerisco di giocare con le infinite sfumature offerte da questo filo. Spesso la vastità di scelta è un problema, tendiamo a perderci in questo mare di colore quindi consiglio caldamente di acquistare il Freccia nello shop online di Emma per premiare lo splendido servizio offertoci: non solo questa chicca di filato è difficile da reperire ma nello shop trovate triplette di colori abbinati con estremo gusto e sensibilità. Qui il link diretto alla pagina Anchor Freccia 12.

Avvertenze: la salivazione potrebbe aumentare e crea dipendenza, il vostro uncinetto non vorrà lavorare altro!

Spiegare questo punto è semplice con l’uncinetto tra le mani, invece la spiegazione scritta richiederebbe pagine e pagine di materiale per cui preferisco lo schema, semplice e inequivocabile: si parte dall’angolo in basso a sinistra. Il binario disegnato sopra vi guida nella direzione da seguire. Mi scuso per la grafica a mano libera, ho un pessimo rapporto con il computer, in più i programmi per i PC hanno sempre parecchi problemi con la lavorazione che non segue una linea o un cerchio lineare come in questo caso. Per comodità ho disegnato una piccola barretta anziché la X che normalmente indica il punto basso, gli altri punti corrispondono alla grafica internazionale.

Comprendo la difficoltà di approcciare un mio disegno a mano libera, motivo per cui trovate il video tutorial (diviso in due parti: 1/2 e 2/2) sul canale You tube che ho appositamente aperto da qualche settimana e nel quale ho creato una playlist “Crochet stitch #2 tutorial: eyes lace” i video sono pubblici, gratuiti e visibili a tutti senza iscrizioni, like, campanelle e quant’altro… non voglio vendervi niente ma solo condividere con voi queste lavorazioni nel video qui.

Il mio intento e la mia speranza è di non lasciare morire tecniche versatili, antiche e bellissime come quella dell’uncinetto perché la tradizione può sempre essere rinnovata ed adeguata al gusto personale: siamo nel millennio del “tutto, subito e a basso costo (e fatica!)”, i giovani stanno perdendo la cultura dell’artigianato coi tempi e la fatica che richiede, fanno tutto tramite app ed è sempre “arte” come se l’artigianato fosse qualcosa di bassa lega. L’unico per farli avvicinare all’argomento è proporre progetti più vicini ai loro gusti ed esigenze, insomma avranno tempo di realizzare tende e cuscini, per ora vanno benissimo il copricostume o il portacellulare! Con questo tipo di pizzo infatti potrebbero rivestire e rinnovare una borsa o un abito, anche trovare il progetto adatto è un ottimo esercizio di elasticità mentale: base essenziale per qualsiasi cosa nella vita. Cercate progetti che possano ingolosire la gioventù di casa vostra: le applicazioni dei cellulari non daranno mai la soddisfazione dell’Handmade, non lasciamolo morire!

Come sempre giocate coi colori e buon divertimento

Emanuela

Punti traforati uncinetto


Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima della pubblicazione