Il Calendario dei Corsi di Maglia fino all’estate

Il Calendario dei Corsi di Maglia fino all’estate

Scopri il calendario dei Corsi per imparare a Lavorare a Maglia dal 19 Maggio al 7 Luglio.

Sono felicissima, ripartono i miei corsi per lavorare a maglia. I prossimi si focalizzano su un capo particolare, un cardigan con una costruzione top-down diversa da quella tradizionale e simmetrica che ci permetterà di parlare dei diversi modi che esistono per personalizzare lo sprone e renderlo come lo vogliamo noi, secondo il nostro gusto e le nostre proporzione fisiche. Ogni capo diventa un pezzo unico, un progetto realizzato con amore e tanta passione; ed è giusto che rifletti il modo in cui ci sentiamo e come meglio ci sentiamo. Quando indossiamo un qualcosa che ci piace, ci sentiamo a proprio agio e belle. Basta comprendere come lavorare sulla costruzione per lavorare a maglia il nostro capo preferito e in questi corsi svelerò la matematica che c’è dietro a un modello di maglia e come modificarla.

E parleremo anche dei traforati e dei diversi modi con cui si possono usare in un capo per renderlo unico. E’ importante comprendere come l’utilizzo di diversi punti ai ferri che si affiancano al gettato per creare disegni e leggerezza ai capi lavorati a maglia possano modificare un modello. Ci sono abbinamenti che creano dei motivi e possiamo ottenere anche delle direzioni opposte per ulteriormente personalizzare un progetto.

Queste sono le date dei prossimi corsi prima dell’estate e cliccando sui singoli link scoprirete tutte le informazioni su Facebook

19 Maggio – Verona, Falcetto Filati 

26 Maggio –  Oggiona con Santo Stefano (VA)

2 Giugno – Santo Stefano al Mare (IM), Le Magie di My Emy

9 Giugno – Latina – Associazione Latinaknitcrochet – SOLD OUT

10 Giugno – Roma, presso Associazione Io Creo

23 Giugno – Pantigliate Milano, Penelope Knit

7 Luglio – Aosta, Artelier

 

E’ meraviglioso poter condividere e spiegare i piccoli trucchi con i lavori ai ferri che possono fare la differenza, per poter tutti realizzare quel capo che ci identifica. Come amo raccontare e dire, un designer può avere un’idea creativa che si materializza in un determinato modello, ma poi quando lo si realizza le potenziali personalizzazioni sono infinite. Anche solo utilizzare un filato diverso rende il capo diverso, ma è ancora più importante capire che non esiste un corpo uguale all’altro, un punto spalla uguale a un altro (e per questo credo che gli sproni raglan o stondati meglio si adattano alle diverse forme) per cui personalizzare e rendere proprio un capo è fondamentale perché poi ci piaccia il capo stesso. E quando finiamo di lavorare a maglia un capo la cosa più importante è che questo piaccia a noi.