Cascina Costanza: una location speciale, una bella storia

Cascina Costanza: una location speciale, una bella storia

Grazie a Chiara, un’amica speciale, ho scoperto una location strepitosa che potremo vedere l’8 giugno, Cascina Costanza, perché è la location del mio corso sullo scialle rotondo, La Pellegrina. A Godiasco, in provincia di Pavia, passeremo una giornata insieme con i ferri e un panorama unico e profumato: di fronte ci sono i campi di lavanda in fiore. E anche la storia di Costanza, la proprietaria, è bella, una di quelle storie da raccontare.

Costanza, prima di tutto grazie perché il tuo agriturismo sarà la location del corso dell’8 giugno sullo scialle La Pellegrina, in una location da sogno con vista lavanda. E hai una bellissima storia da raccontare sulla tua esperienza e sul tuo percorso.

Come nasce l’idea della Cascina Costanza? Il tuo passato famigliare ha antiche radici nella terra che oggi coltivi con amore e cura…

Sin da piccola sognavo di sistemarla,  non per lavorarci, ma lui sempre immaginata “rinata”. Dopo le superiori mi sono trasferita a Genova dove ho studiato archeologia, mi sono laureata, e per 3 anni ho fatto l’archeologa. Poi mi sono accorta che il lavoro era troppo precario, mal pagato, senza prospettive di crescita e ho pensato che a casa avevo un seme, dove i miei avi avevano dato tutto per rendere quel posto un pò magico e credo che lo sia…

Oltre all’agriturismo, ami produrre anche prodotti di bellezza, vino e miele? E confetture…

Ho iniziato con molta calma, senza prendermi troppo sul serio, ma credendo nella natura, quello da sempre. Ho imparato a guidare il trattore, ho iniziato a tenere la vigna dei miei nonni. Mi sono affidata ai miei “vecchietti” ( vicini di casa amici dei mei nonni) che mi hanno insegnato a potare e seguire la vigna. Poi sul cammino
Ho incontrato persone che mi hanno girato le proprie passioni: un apicoltore di 80 anni, mi ha insegnato a curare le api. Poi lavanda e piante officinali per fare esperimenti su piante che non sono tipiche del nostro territorio.

Il legame fra benessere mentale e fisico e la terra per te è importante ?

Credo che la natura ci dia tutto, basta conoscere il suo linguaggio e rispettarla.

Se dovessi raccontare un anedotto della tua vita…

Sono sempre stata molto legata alle stelle. Mi piace cercare un posto dove le luci della città si affievoliscono. Fin da piccola…parlavo con le stelle…chissà cosa gli dicevo

E ora non vedo l’ora che arrivi l’8 giugno…