La libertà del fatto a mano e un inno alla creatività

La libertà del fatto a mano e un inno alla creatività

 

Sin da piccola ho amato creare con le mie mani,

come se dovessi sfogare un’energia creativa interiore e materializzare oggetti.

 

Con il passare degli anni e dello studio di modellistiche tradizionali e strutturali,

mi sono resa conto di quanto blocchi abbiamo nei confronti della nostra espressione creativa,

qualsiasi mezzo essa utilizzi: il cucito, la maglia, l’uncinetto, il ricamo….

Spesso sentiamo ancora le voci di quando ci dicevano o parlavano di errori, di come non si potesse fare in quel modo….

Credo profondamente che la creatività sia libertà e sperimentazione, il seguire un’idea oltre l’astratto per poterla materializzare.

Non esistono errori, ma solo un mondo infinito di potenzialità che devono rispettare solo il nostro gusto e il nostro desiderio di realizzarla.

Solo quando indossiamo qualcosa che ci piace, nelle proporzioni che riteniamo giuste per la nostra forma fisica,

ci piacciamo e ci sentiamo a proprio agio con noi stessi. E lo comunichiamo al mondo.

Il giudizio unico che deve valere è il nostro di fronte allo specchio,

con un pizzico di autoironia e tanto amore per noi stessi.

Quando lavoriamo con le nostre mani e creiamo lo facciamo perché amiamo ciò che facciamo,

è il nostro momento di libertà dalla vita, dalle incombenze della quotidianità e dai ritmi frenetici

e in quel momento non esistono regole

ma solo infinite possibilità.

Creare per noi stessi e per le persone che amiamo è gioia pura.

E credo profondamente che tutte le persone siano creative,

a volte dobbiamo avere fiducia nelle nostre capacità e potenzialità.