Perché creo

Perché creo

Perché creo…non vi è mai successo di incontrare qualcuno o di parlare con un conoscente e improvvisamente, guardandoti negli occhi ti chiede perché passi il tuo tempo tra gomitoli e tessuti, tra disegni e schizzi, o porti sempre un progetto nella borsa e ovunque tu sia lavori?

A me è successo tantissime volte, e prima che diventasse un vero lavoro ancora di più.

Creo perché mi rende felice immensamente felice, è come se sentissi in me un’energia creativa che deve trovare sfogo e se non creassi non troverei pace.

Mi rasserena e se sono agitata per qualche motivo mi tranquillizza, perché sono focalizzata su qualcosa che mi fa sentire in pace con me stessa e non penso ad altro.

 

Adoro coccolare le persone che amo con i progetti realizzati da me perché sono un’espressione del mio amore, in ogni punto realizzato c’è il mio affetto.

 

  MI piace decorare la cosa con il mio gusto, i miei colori e gli oggetti realizzati da me perché ho la sensazione che sia speciale e la renda il nido perfetto per la mia famiglia.

 

Adoro realizzare i miei vestiti per esprime il mio gusto e il mio stile, per sentirmi sempre a mio agio con me stessa e quindi con il mondo.

  

Mi sento realizzata quando finisco un progetto e lo indosso.

   

La sperimentazione di tecniche e di filati mi fa sentire giocosa e con il desiderio di poter scoprire qualcosa di nuovo o diverso. O semplicemente che mi piace.

La creatività e il desiderio di scoperta mi porta a conoscere nuove persone, con la mia stessa passione  e  con cui condividere, imparare o stare insieme in armonia e affetto. Mi fanno sentire compresa e amata. Le amicizie che nascono da una passione condivisa sono speciali e a volte si può stare ore insieme anche senza parlare ma semplicemente lavorando e ci si sente parte di un qualcosa di speciale, di un’energia potrei definirla magica perché principalmente si è in pace con se stessi.