Tutorial di cucito creativo: le tovagliette per la colazione

Tutorial di cucito creativo: le tovagliette per la colazione

Adoro decorare la tavola con tovagliette o tovaglie. E quando le realizzo personalmente ancora di più.

 

Queste poi sono speciali, perché ho usato delle stoffe con i gatti, grazie al consiglio e suggerimento della dolce Elena (amanti di gatti entrambe e in particolare dei cuccioli di Siberiano, perfetti per chi come noi è allergico).

Giocando con i tessuti e i loro colori, inizialmente avevo scelto delle tonalità di filato per la trapuntatura che mi avevano colpito, tra le mie rocche preferite di cotone Aurifil perfette per la quilatatura e anche cucire.

Ho tagliato diverse strisce di due altezze diverse da assemblare insieme.

E poi le ho cucite insieme sino al raggiungimento dell’altezza desiderata per le mie tovagliette.

Di fantasie e altezze diverse.

Che poi ho tagliato con la riga e il cutter in tre ampiezze diverse per l’effetto dell’asimmetria nella simmetria che mi piace tanto.

Poi dai due tessuti prescelti con i gattini ho tagliato due strisce di larghezza diversa ma della stessa altezza delle strisce che avevo assemblato e poi tagliato in tre.

Che poi ho cucito insieme come nell’immagine per creare il top della tovaglietta.

Dopo aver tagliato dall’imbottitura e dal tessuto del retro la stessa dimensione del top, ho posizionato i tre strati uno sopra l’altro (imbottitura, tessuto del resto con il diritto verso di me e il top con il diritto del tessuto verso il retro) per unire i tre strati insieme, per poi rivoltare.

Ho iniziato a unire i tre strati lungo i margini con una cucitura diritta.

Finendo a circa 10 cm dall’inizio della cucitura, per lasciare un’apertura per rivoltare il progetto.

In questo tutorial che trovate qui su dei sottotazza che ho realizzato prima di Natale, potete visualizzare i vari passaggi di come rivoltare il progetto e tagliare gli angoli per ottenere il miglior risultato possibile.

E una volta finite le tovagliette e dovevo solo più trapuntarle, ho deciso che volevo usare un filo con un tono meno vistoso e più in armonia con gli sfondi dei tessuti, per cui ho optato per un grigio scuro, direi antracite.

E la gioia del mattino dopo nell’allestire la tavola per la colazione di famiglia.